Come creare un chatbot per agenzia viaggi online

Creare-un-chatbot-per-agenzia-viaggi-online

Come creare un chatbot per agenzia viaggi online? Ha dei dubbi sul suo utilizzo e vuoi capire se il chatbot può fare anche al caso tuo? Se vuoi capirlo ti consiglio di approfondire la lettura di questo articolo che so ti sarà molto utile,soprattutto nel caso in cui tu sia interessato ad aprire un’attività di viaggi online e intenda utilizzarlo come canale di comunicazione.

In questo articolo,ho già espresso quali sono i cambiamenti che questi software di intelligenza artificiale apportano ed apporteranno nel settore turistico. Abbiamo pertanto elencato i vantaggi per il turismo,ma poi in fase di creazione e sviluppo dei bot,quali sono gli accorgimenti che devi prendere al fine di poterti garantire che questa decisione sia redditizia o utile per un’attività di viaggi e turismo?

Come creare un chatbot per agenzia viaggi ?

Innanzitutto è doveroso fare una premessa. Parto da un presupposto,ovvero quello di farti comprendere che il chatbot non deve essere un trend di mercato o un trend del momento. È uno strumento di marketing come accennato all’inizio, e come tale, serve per raggiungere un obiettivo o degli obiettivi aziendali specifici.

L’agenzia viaggi online come ciascuna attività ha pertanto i suoi obiettivi aziendali da raggiungere,e l’adozione di un bot, può essere uno dei mezzi prescelti per farlo.Non si può creare un chatbot di viaggi cosi tanto per fare o per imitare la concorrenza.

Bisogna definire una strategia,una sorta di chatbot strategy. In pratica è necessario pianificare le azioni strategiche che permettono il raggiungimento di determinati risultati. E per farlo fondamentale è determinare gli obiettivi da raggiungere.

Definire una strategia per creare un chatbot 

Per onestà,è giusto affermare che non esiste una strategia universale che vada bene per ogni agenzia viaggi online. Ogni attività turistica ha una  propria vision, dei valori aziendali da trasmettere alla clientela e degli obiettivi differenti. Quindi in sostanza,come creare una chatbot per agenzia viaggi dipende principalmente dall’obiettivo del chatbot

 

Questo è la chatbot roadmap che devi tenere a mente per creare un bot. Creare un travel chatbot e renderlo funzionale necessita di una creazione,alla quale deve fare seguito una campagna di advertising,con la quale informare la tua audience di riferimento riguardo all’esistenza del chatbot. La terza fase è il coinvolgimento,ovvero coinvolgere le persone ad utilizzarlo ed offrire dei benefici. Infine bisogna utilizzare il chatbot per aumentare e sviluppare il numero di utenti che lo utilizza.

 

1) Definisci gli obiettivi aziendali o obiettivo di progetto

  • Perchè desideri creare un chatbot per agenzia viaggi online?
  • A cosa ti serve?
  • Quale è lo scopo per la sua creazione?
  • Quale è il vantaggio finale che vuoi ottenere?

I chatbot in linea di massima sono impiegati per automatizzare dei processi aziendali,rendendoli più fruibili agli utenti,riducendo i costi operativi che gravitano sulle imprese. Sono pertanto utilizzabili nei seguenti casi

  • Fare crescere la propria attività
  • Acquisire i clienti
  • Educare i potenziali clienti ai prodotti o servizi offerti
  • Vendere prodotti o servizi
  • Offrire coupon o sconti esclusivi
  • Aumentare le offerte up sell o cross sell
  • Assistere i clienti
  • Migliorare la presenza online
  • Aumentare la consapevolezza del brand nel mercato
  • Ottimizzare la comunicazione con il brand
  • Sviluppare il brand engagement

Tutto questo comunque va nella direzione di assicurare una migliore user experience da parte del brand e per fare questo bisogna essere consapevoli di quali siano i bisogni del target di mercato.

 

2) Comprendere l’audience

Comprendere il pubblico alla quale ti rivolgi con i prodotti turistici offerti,è essenziale.

Capire il pubblico alla quale ci si rivolge,è un passaggio che solitamente viene eseguito durante l’esecuzione del business plan per agenzia di viaggi, la differenza nel capire come creare un chatbot per agenzia viaggi online è nel definire l’intento di ricerca della parole chiave nel bot.

  • Cosa necessitano di ricercare gli utenti all’interno di un bot?
  • Quali sono le esigenze del target di mercato?
  • Quali sono le loro aspettative?
  • Cosa si aspettano dal tuo brand?
  • Quali bisogni necessitano di soddisfare?
  • A quali informazioni vogliono ottenere delle risposte?
  • Per quale motivo dovrebbero utilizzare il tuo chatbot?

La comprensione del target è essenziale sia per lo sviluppo di un’attività on line che per la costruzione di un chatbot. Per dare risposta a queste domande devi pertanto definire a chi ti rivolgi sul mercato.

Se ti rivolgi a più target di mercato con caratteristiche similari ma avente interesse per prodotti turistici differenti,allora devi eseguire una segmentazione del mercato turistico e adottare una strategia di marketing differenziato.

 

3) Definire la proposta di valore del chatbot

 

 

Come creare un chatbot per agenzia viaggi online senza definire una UVP? Non puoi.. è essenziale per una strategia comunicativa efficace.

Il chatbot è fondamentale per veicolare la unique value proposition. Gli utenti che lo utilizzano devono comprendere ciò che tu stai facendo per loro. Come anticipato ad inizio articolo, i chatbots sono degli strumenti di marketing e pertanto devono offrire un valore intrinseco e specifico ai propri utilizzatori.

 

  • Quale valore apporta il chatbot alle persone?
  • Quale problema risolve nello specifico?
  • Cosa rende unica la tua attività?
  • Riesci a comunicarlo ai tuoi potenziali clienti?

 

Conoscere cosa ti rende diverso dalla concorrenza o che rende i tuoi prodotti turistici migliori è basilare. Ma se non sai comunicarlo in modo efficace, il tuo mercato non lo potrà mai sapere. Cosa rappresenta un valore per i turisti? Avere la migliore esperienza in vacanza? Risparmiare sulla vacanza? Oppure godere appieno del proprio tempo in vacanza e godersi ogni singolo istante al meglio?

 

4) Individua la piattaforma chatbot ed integrazioni

Nel mercato ci sono molte piattaforme che consentono di creare chatbot per agenzia viaggi online. Ci sono aziende specializzate nella fornitura di chatbot chiavi in mano,oppure piattaforme che consentono la creazione da zero di chatbot online senza codici di programmazione.

 

Tra le più note aziende produttrici di chatbot si trovano:

 

www.mindsay.com

https://www.virtualspirits.com/

https://www.engati.com/

https://www.travelappeal.com/

 

se invece vuoi imparare a costruire il tuo chatbot da zero,le piattaforme in commercio maggiormente utilizzate sono:

https://www.chatbot.com/

https://chatfuel.com

https://manychat.com

https://www.botsify.com

 

Nella scelta delle piattaforme da utilizzare bisogna però prestare attenzione alle possibili integrazioni future che un’agenzia viaggi online potrebbe necessitare.

Parlo dell’implementazione del chatbot all’interno del sito web di viaggi, all’integrazione con i diversi canali di social media marketing e app di messaggistica,all’integrazione del chatbot con le piattaforme ESP Email service provider e CRM. È infatti controproducente scegliere una piattaforma che poi saresti costretto a sostituire.

Le migliori permettono le seguenti integrazioni.

  • Piattaforme di Social Media Network
  • CMS ( wordpress,Magento,wix )
  • Piattaforme ESP
  • Sistemi di pagamento ( Paypal,Stripe)
  • Piattaforme di commercio elettronico ( Woocommerce,Shopify)
  • App di messaggistica

 

5) Individua i requisiti dei chatbot dal punto di vista degli utenti

Creare un chatbot per agenzia viaggi online come detto al punto 2 prevede la conoscenza e la segmentazione dei mercato in gruppi omogenei,in base a caratteristiche, aspettative e bisogni comuni. Più i gruppi sono tali più semplice è identificare e sviluppare un bot che sia utile per quel determinato segmento di mercato. Per ciascun segmento di mercato individuato bisogna creare un Bot Framework.

Non preoccuparti per questo termine,ora ti spiego in cosa consiste. Il bot framework rappresenta il contesto,la struttura,la tecnica per realizzare un chatbot dal punto di vista dell’utilizzatore finale.

La struttura che si utilizza per creare un bot framework e creare una storia utente,è la seguente:

  • Who ( chi è la persona)
  • What ( Cosa vuole )
  • Why ( risultato atteso)

La user story o storia dell’utente,deve essere ovviamente realizzata in base alla segmentazione del pubblico e agli interessi specificati.

Supponiamo per esempio che un’agenzia viaggi abbia come come segmento di mercato, il turista rurale.

Pertanto, gli amanti del turismo rurale cosa vogliono? Cosa si aspettano da una vacanza rurale? Che risultato vogliono ottenere?

Ricapitolando,adottando la tecnica sopraesposta,

io turista rurale [Who] desidero ottenere [ What ] offerte turistiche personalizzate per [why ] esperienze naturalistiche significative.

Questa tecnica di creare delle storie per gli utenti permette di creare un chatbot attraverso il flusso di conversazione.

 

6) Personalità del chatbot

Ammettiamolo,a nessuno piace chattare con un robot. La conversazione umana è fatta di emozioni,sensazioni,condivisioni…insomma gli umani hanno un’empatia che rende la conversazione emozionale. Il chatbot di per se,non può replicare emozioni,ma è possibile dare una personalità in modo tale da renderlo più affine alla comunicazione. Come vuoi che sia il tuo chatbot? Vuoi che abbia un aspetto formale o informale? Come si deve rivolgere ai potenziali clienti? Deve avere un tono amichevole o professionale?

 

7) Crea il flusso di conversazione

La conversazione è la base dell’esperienza utente attraverso il chatbot. Pertanto creare un flusso chiaro e logico è estremamente importante.

 

  • Qual è l’obiettivo finale del flusso di conversazione? Lo hai definito?
  • Chi sono gli utenti del chatbot? Hai definito chi lo usa e a cosa serve?

 

Definito l’obiettivo finale devi allineare l’intera comunicazione per fare arrivare l’utente alla fine. Devi ragionare dal punto di vista dell’utente. Cosa faresti te al suo posto? Quali azioni compieresti? Cosa avresti bisogno di chiedere? Quali informazioni necessiteresti di soddisfare?

La prima fase è chiamata fase di onboarding, è la fase con cui devi invogliare la persona a interagire con il chatbot. Immagina di essere all’interno di un’agenzia viaggi e di ricevere una telefonata. Come ti comporteresti? Come accoglieresti un potenziale cliente?

Il 99 % del servizio clienti risponderebbe:

 

Buongiorno [Nome del brand ] sono [ Nome operatore] in cosa posso esserle utile?

Salve, [Nome del brand] sono [Nome operatore] in cosa posso esserle di aiuto?

Buongiorno [Nome del brand ] sono [ Nome operatore] Come posso aiutarla?

 

Questo funziona perchè alla base c’e una richiesta di aiuto,ma nel chatbot devi invitare l’utente ad entrare in contatto,non necessariamente per un bisogno immediato,ma per portare le persone a sapere di più del brand e cosa offre.

Di conseguenza per invitarli all’azione,devi offrire un valore di benvenuto. Devi quindi rispondere alla domanda che si farebbe ciascun potenziale cliente.

Cosa hai per me e perchè dovrei interagire con te?

In ambito turistico di agenzia viaggi,potrebbe essere, offrire uno sconto,un coupon,un omaggio,un buono wellness,una guida locale scaricabile. Qualcosa che sia specifico per il segmento di mercato.

 

In sostanza prima di chiedere devi offrire

 

Creare un chatbot per agenzia viaggi? Un’opportunità del futuro

Concludendo, abbiamo esaminato la strategia da seguire per creare un chatbot per il turismo. Il mercato dei viaggi è sempre in continua evoluzione. I turisti cercano prodotti sempre più incentrati sui bisogni singoli,prodotti specifici e ad un prezzo che sia considerato ragionevole per loro. Le agenzie viaggi online,le classiche OTA,erodono gran parte del loro budget nelle attività di marketing,nella promozione e nell’advertising sui social media. Pertanto l’adozione di un sistema automatizzato e creare un chatbot è una strategia che potrebbe sicuramente apportare un risparmio notevole sui costi operativi e fornire allo stesso tempo un servizio assistenza eccellente basato sui chatbot.