Email Marketing nel turismo: creare valore per i turisti

email marketing per turismo

 

Vuoi imparare come fare email marketing nel turismo in modo persuasivo ed efficace offrendo valore ai turisti? Se anche tu vuoi apprendere come fare email marketing nel turismo in modo profittevole sei nel posto giusto. In questo articolo ti spiego i passi fondamentali che non devi assolutamente scordare se vuoi veramente creare un coinvolgimento con un potenziale cliente.

Fare email marketing nel turismo in modo vincente è una condizione indispensabile se vuoi avere successo nel business turistico. Qualsiasi sia la tua attività nel settore,l’email è la forma di comunicazione più importante per creare una relazione,coinvolgere le persone ed avvicinarle al tuo brand.

L’EMAIL MARKETING NEL TURISMO E L’IMPORTANZA DI UNA COMUNICAZIONE EFFICACE

 

Perchè l’email marketing nel turismo è uno degli strumenti più potenti per coinvolgere le persone?

Hai mai pensato all’email marketing come un metodo efficace per relazionarsi con le persone nel settore turistico?

Oggi giorno,il settore turistico è dinamico e flessibile, ed adottare questo strumento di internet marketing è ancor più fondamentale. Questo è dovuto al fatto che i turisti sono continuamente influenzati da messaggi di marketing e sono soggetti a molteplici offerte e proposte.

Comunicare in modo efficace con il mercato diventa pertanto essenziale e creare una differenziazione nella relazione diventa prioritario. È necessario infatti sviluppare relazioni, approfondire la conoscenza con i potenziali clienti per migliorare i servizi offerti e la fedeltà al brand. Tuttavia, la mancanza di competenze specifiche o di un budget adeguato, fanno si che alcune imprese turistiche sottovalutino l’efficacia di questo strumento.

È vero che fare email marketing nel turismo richiede delle conoscenze e delle competenze specifiche. Ma sono competenze fondamentali per sviluppare la conoscenza con i potenziali clienti e migliorare la comunicazione turistica. E comunicare nel turismo è la condizione imprescindibile per rimanere nel mercato. Investire in email marketing vuol dire gettare la basi per conoscere in modo più approfondito le persone. Inoltre capire i loro interessi,i loro desideri o bisogni permette di offrire le soluzioni adeguate per fornire un valore.

PERCHÈ FARE EMAIL MARKETING NEL TURISMO?

 

Fare email marketing nel turismo è una scelta che deve essere attentamente valutata. Questo perchè, questa strategia di marketing richiede azioni continuative e costanti nel tempo per coinvolgere i potenziali clienti. Pertanto prima di approcciarsi in modo definitivo a questa strategia di marketing e comunicazione basilare è definire lo scopo dell’email marketing nell’attività turistica.

Bisogna considerare se ci sono le giuste risorse per poter implementare un processo di comunicazione digitale attraverso questo strumento.

L’email marketing per turismo consente di raggiungere differenti obiettivi di marketing quali:

 

  • Sviluppare la consapevolezza del brand
  • Aumentare le vendite
  • Fidelizzare i clienti acquisiti
  • Sviluppare una relazione con i potenziali clienti
  • Conoscere meglio i propri clienti
  • Promuovere offerte turistiche

 

Le ragioni che portano le imprese ad utilizzare l’email marketing siano differenti. Ma sono 2 le condizioni che portano in primis le aziende ad intraprendere l’email marketing nel turismo

 

1) SVILUPPARE LA CONSAPEVOLEZZA DEL BRAND

Soprattutto all’inizio di un business, a meno che un’azienda non abbia

  • implementato un piano strategico per la SEO
  • sviluppato una nicchia poco competitiva
  • determinato keyword uniche e poco competitive
  • un domain authority di valore

difficilmente si posiziona sulle prime pagine della Serp di Google.

Questo perchè i fattori che incidono sul posizionamento nei motori di ricerca sono sempre più complessi. Quindi a meno che tu non venda un prodotto unico nel suo genere l’email marketing, unito ad una strategia di social media marketing è il canale migliore per farti conoscere e sviluppare la brand awareness.

 

2) EDUCARE IL MERCATO AI TUOI PRODOTTI O SERVIZI

Quando ti immetti in un mercato concorrenziale come quello del turismo, il pubblico non è a conoscenza della tua azienda. Nemmeno sa che esisti, proprio perchè devi ancora creare e sviluppare una conoscenza del brand.

Quindi le persone non sanno cosa hai da offrire. Non sanno quali benefici ottengono acquistando da te,quali sono i tuoi valori per loro. Pertanto la maggior parte delle persone si trovano in almeno una di queste condizioni

  • Non sono pronte per l’acquisto
  • Temono di sbagliare l’acquisto
  • Necessitano di informazioni aggiuntive
  • Vogliono garanzie e rassicurazioni

In pratica i turisti vogliono essere rassicurati. Vogliono poter fidarsi ed affidare le loro necessità o i loro bisogni solo ad un brand in grado di soddisfarli. L’email marketing si adatta pienamente a perseguire questa necessità.

Infatti il reale vantaggio dell’email marketing nel turismo è quello di Informare,ispirare,educare e convertire il potenziale cliente. Questo processo può essere attuato attraverso la creazione di apposite campagne di email marketing volte al raggiungimento di obiettivi specifici.

 

Le insidie dell’email marketing applicato al turismo

Se vuoi iniziare a fare seriamente email marketing nel turismo devi anche conoscere quali sono le principali insidie in questo strumento di marketing.

 

1) INVIO DI EMAIL DI MASSA AI CONSUMATORI B2C

Uno dei principali problemi legati all’utilizzo dell’email marketing oggi giorno è l’invio di email massive B2C dal settore business a quello consumer. Le imprese turistiche hanno compreso la potenza,la versatilità e la flessibilità di questo strumento di comunicazione. Strumento utile per raggiungere i potenziali clienti,educarli e trasformarli in clienti paganti. L’email da semplice indirizzo privato e personale, è diventato il canale di marketing più utilizzato dalle imprese verso i consumatori. Secondo il rapporto Consumer Email Tracker condotto da DMA il 34 % delle persone riceve più di 121 email alla settimana,mentre l’11% dichiara di riceverne poco meno di 100. Esattamente!! Hai capito proprio bene!!

Probabilmente ti starai facendo la stessa domanda che in molti si pongono..

Come posso differenziarmi ed ottenere l’attenzione dalle persone tra tutte le email che ricevono?

Ed ecco qui la seconda insidia dell’email marketing

 

2) MANCANZA DI VALORE NELL’EMAIL MARKETING

La mancanza di contenuti rilevanti,pertinenti e specifici per le persone, porta gli utenti a non eseguire le azioni che ci si aspetterebbe. Questo di conseguenza causa un peggioramento delle performance nelle campagne di email marketing nel turismo.

Secondo il rapporto Benchmark Email Marketing condotto dal software di marketing GetResponse nel settore dei viaggi e turismo

  • L’Open Rate email è del 23,06%
  • Il Click to open Rate del 12,30%
  • Il tasso medio di conversione del 4,28%

Cosa vogliono dire questi dati?

Vogliono dire che su 1000 mail inviate 230 sono state aperte, ma solo 123 hanno portato l’utente a compiere un’azione precisa all’interno di una email. La rimanenza non ha compiuto un’azione di conversione.

In pratica queste due insidie appena elencate, possono compromettere le prestazioni di una campagna di email marketing e portare le persone a

Cancellazione massiva di email prive di valore
Mancata apertura delle email
Disiscrizione dalla mailing list

 

Cosa è necessario fare quindi per non trovarsi in una delle condizioni sopraindicate? Bisogna offrire valore al cliente o potenziale cliente in ogni fase dell’email marketing. Bene dirai. Ma già ci sono imprese turistiche che lo stanno facendo,dopotutto il marketing è basato sullo scambio di valore.

Ma allora come mai quasi il 50 % degli utenti non esegue un’azione all’interno delle email che ricevono? Perchè nelle email ricevute non viene offerto un vero valore alle persone.

È bene ricordare un concetto importante nell’email marketing come nel marketing turistico. Un valore per essere considerato tale deve essere pertinente, rilevante e specifico per una persona.

Se viene a mancare una di tali condizioni, succede che l’utente non ritiene il contenuto dell’email utile per se e di conseguenza non esegue alcuna azione.

 

LA SCALA DEI VALORI NELL’EMAIL MARKETING TURISTICO

Fare email marketing nel turismo in modo efficace prevede la creazione,gestione ed ottimizzazione delle campagne di email marketing. Ed ottimizzare tali campagne è importante per raggiungere gli obiettivi prefissati nel marketing plan.

Ciascuna campagna di marketing via email ha un’obiettivo SMART da raggiungere,e per poterlo raggiungere,è fondamentale generare un valore per ognuna di esse. Ma per poterlo fare bisogna anche comprendere il tipo di valore da offrire agli utenti attraverso i contenuti presenti nell’email marketing.

Il seguente modello basato sulla gerarchia dei bisogni di Maslow, identifica 30 elementi di valore suddivisi tra di loro in 4 macro categorie di valore:

  • Functional Value
  • Emotional Value
  • Life changing Value
  • Social impact Value

 

Partendo dalla base è possibile notare i singoli elementi che contraddistinguono il valore per la persona. L’appagamento di ciascuna categoria di valore porta le persone a voler sviluppare la categoria di valore successiva.

Pertanto per ciascuna campagna di email marketing è fondamentale determinare il valore specifico da offrire all’utente in relazione all’obiettivo da raggiungere.

 

EMAIL MARKETING NEL TURISMO: CREAZIONE DEL PROCESSO DI VALORE PER IL TURISTA

Il processo di creazione del valore nell’email marketing per turismo è contraddistinto dalle seguenti fasi:

 

1) CAMPAGNA DI ACQUISIZIONE INDIRIZZI EMAIL

Il primo step per iniziare con l’email marketing nel turismo è creare una campagna di valore per ottenere gli indirizzi email delle persone. Le forma maggiormente utilizzate allo scopo nel turismo sono :

  • Form di iscrizione
  • Pop-Up di iscrizione
  • Offerta di benvenuto
  • Sconto sulla prenotazione
  • Buono omaggio
  • Travel Ebook ( guide pratiche / consigli utili )

In questo tipo di campagna,non conoscendo le generalità degli utenti,è buona prassi che il valore di scambio sia di tipo economico-funzionale.

In base al tipo di servizio offerto,al target di mercato definito, si definisce il valore finale da offrire al potenziale turista per ringraziarlo di aver concesso l’indirizzo email. La tecnica di costruzione della mailing list basata sullo sconto è da valutare a priori nel piano di marketing e vendite, per evitare che la politica di sconto non produca delle perdite di profitto aziendale.

 

2) CONOSCENZA DEL PUBBLICO

Conoscere il proprio pubblico è sicuramente la parte più importante nel marketing turistico.Ancor più nell’email marketing per turismo. Comprendere infatti gli interessi,i bisogni,i desideri e le aspettative dell’audience permette di creare i contenuti di marketing adatti per coinvolgere il pubblico. Questo di conseguenza consente l’invio di email mirate e personalizzate alle persone.

La creazione di un buyer personas fittizio sulla quale concentrarsi per produrre contenuti adatti è assolutamente prioritaria. Essendo una rappresentazione fittizia del cliente ideale, questi dati devono essere integrati ed aggiornati per essere maggiormente efficaci. A tal scopo è possibile inviare un breve sondaggio o questionario all’utente comunicandogli la tua proposta di valore per ottenere in cambio questi dati.

Inoltre alcuni dati è possibile ottenerli sia attraverso Google Analytics monitorando l’interesse delle persone dal sito web, oppure attraverso i social media e le iterazioni degli utenti.

Un altro metodo valido è chiedere le generalità, interessi o hobby durante la fase di iscrizione. Chiedere alle persone è il modo migliore per ottenere delle informazioni preziose riguardo al pubblico. È bene ricordare comunque che questa fase prevede sempre e comunque la creazione di una proposta di valore per l’utente, al fine di ottenere questi dati.

 

3) PROFILAZIONE UTENTI

La profilazione è la chiave per il successo di ogni iniziativa o strategia di marketing. Eseguire una corretta strategia di profilazione degli utenti è importantissima per ottimizzare l’email marketing nel turismo e migliorare il ROI. Segmentare la mailing list permette di focalizzarsi sul singolo utente in base a dei criteri specifici ed inviare così email personalizzate al singolo utente.

Le email personalizzate sono di elevato valore perchè comunicano il contenuto giusto alla persona giusta rispondendo esattamente ai bisogni o desideri specifici dell’utente. Inoltre profilare approfonditamente il database per fare email marketing per turismo è utile per adottare la tattica di email marketing automatico. Tecnica che permette di creare contenuti di email marketing focalizzati e rilevanti,ottimizzando l’intero processo di marketing via email.

Questo ovviamente migliora il tasso di apertura delle email e di conseguenza anche il click to open rate, indice importantissimo per valutare l’efficacia del contenuto dell’email.

Nel caso specifico del marketing turistico, la profilazione degli utenti può essere svolta per :

  • Variabili demografiche
  • Luogo di residenza
  • Interessi o micro interessi
  • Emozioni ricercate
  • Preferenze di viaggio
  • Variabili psicografiche
  • Durata della vacanza
  • Periodo della vacanza
  • Stato sociale
  • Nucleo famigliare

Al fine di ottimizzare la segmentazione delle liste,queste informazioni è fondamentale ottenerle man mano che si sviluppa la conoscenza con il potenziale cliente.

 

4) EMAIL VALUE PROPOSITION

Hai creato la tua proposta di valore per gli utenti?

Non c’e email marketing nel turismo senza una solida proposta di valore!!

Creare una proposta di valore specifica per gli utenti profilati è il punto cardine dell’intero processo di email marketing nel settore turistico. Senza una proposta di valore NON RIUSCIRAI MAI a coinvolgere l’utente. È bene che tu ne sia a conoscenza di questo aspetto.

La proposta di valore è finalizzata al miglioramento dello stato attuale della vita di una persona. Ancor prima di iniziare a fare email marketing devi comprendere quale valore offrire alle persone,definendo appunto la tua value proposition per la tua attività. La proposta di valore rappresenta i benefici, i vantaggi e le opportunità che un prodotto offre rispetto a quelli offerti dalla concorrenza. Deve essere motivante,chiara,unica e stimolare le persone all’azione.

 

Come ciascuna campagna di email marketing può offrire valore agli utenti?

 

Questa è la domanda che devi porti sin da subito.

Partendo dalla definizione della value proposition bisogna identificare il valore da offrire agli utenti in ogni touchpoint dell’email marketing.

 

Esempio pratico di email value proposition

Hai deciso di creare una campagna di email marketing per acquisire gli indirizzi email delle persone. Abbiamo detto che per ottenere tali devi offrire un valore di tipo funzionale ( sconti,coupon,omaggi ecc ).

Ma qual’è la tua proposta di valore per questa campagna?

Il valore funzionale è solo la tattica per invogliare l’utente all’iscrizione! La proposta di valore invece spiega in modo conciso il vantaggio che la persona ottiene da quella campagna,che non è lo sconto,ma l’entrare a far parte di un brand.

Le newsletter sul turismo,ad esempio che valore offrono all’utente? Un valore funzionale,perchè informano o consigliano,ma anche un valore emozionale,perchè ispirano attraverso i contenuti. Ma il contenuto della newsletter è una tattica di marketing. La proposta di valore invece deve orientarsi a un qualcosa di specifico per l’utente,ad esempio :

  • Migliora la tua vacanza con noi
  • Esplora le tue emozioni
  • Miglioriamo il tuo soggiorno
  • Accresci il tuo sapere

La proposta di valore è utile perchè porta la persona a sviluppare una consapevolezza maggiore in se stessa. Inoltre accresce la categoria di valore come indicato nella piramide del valore.

 

5) COMUNICAZIONE DELLA PROPOSTA DI VALORE

Individuata e definita correttamente la proposta di valore per gli utenti, devi comunicarla chiaramente al segmento di utenti predefinito.

Come fare questo?

Per comunicare in modo persuasivo e vincente la proposta di valore devi:

Scrivere un Headline accattivante e persuasivo
Scrivere un Email Preheader convincente
Utilizzare un email template professionale
Corredare l’email di un immagine pertinente
Comunicare la value proposition con il metodo della piramide invertita above the fold

 

6) CALL TO ACTION

Non c’e conversione senza CTA. La call to action o semplicemente l’invito all’azione è il culmine dell’email ricevuta dall’utente.

L’invito all’azione deve essere chiaro,comprensibile e motivante. Preferibilmente è buona prassi utilizzare un pulsante di CTA rispetto ad un link testuale e il suo posizionamento. Inoltre deve essere posizionato in modo tale da non creare distrazione nell’utente che legge la mail.

Per ottimizzare l’invito all’azione e renderlo più incisivo, consiglio

  • L’utilizzo dei verbi di azione
  • Utilizzare l’imperativo presente per impartire un comando o un’azione appunto a chi legge
  • Descrivere l’azione richiesta
  • Testare differenti pulsanti,colori e messaggio
  • Aggiungere urgenza all’azione

 

Conclusione

Abbiamo visto come creare valore per il turista o il cliente attraverso l’email marketing sia un processo ampio e strutturato per garantire dei risultati. È sicuramente un investimento a lungo termine, in quanto, mentre le piattaforme di social media marketing in futuro possano anche scomparire, l’email rimane sempre il metodo diretto per entrare in contatto con le persone.

È utile ribadire però che in seguito all’introduzione della nuova legge sulla privacy 2018 con il regolamento GDPR è bene prestare molta attenzione in fase di acquisizione, conservazione e trattamento degli indirizzi email.

A tal punto se ritieni necessario acquisire gli indirizzi email per una campagna di email marketing nel turismo, è bene che tu ti rivolga a società specializzate nel trattamento e rispetto della privacy prima di iniziare una campagna di raccolta dati.

Leave a comment

Invia Commento